Grande Campania

Dalla cheesesteak americana alla cistecca montese

0 41

Probabilmente non tutti conoscono la cistecca montese, orgoglio campano e precisamente del Monte di Procida.

Si tratta di un panino, simile alla più famosa cheesesteak americana, preparato con straccetti di carne di manzo, formaggio fuso e farcito con diversi contorni a seconda dei gusti. Questo godurioso panino fu inventato nel 1984 dal macellaio Giuseppe Fascelli della Macelleria Sciammarina e da un suo amico italo-americano, Luigi Coppola dello Chalet Sunrise, i quali decisero di dare un tocco personale a quella che era l’originale versione d’oltreoceano.

La preparazione

La cistecca montese ha, ovviamente, un sapore completamente diverso dalla “cugina” americana, in quanto si ottiene dalla lavorazione di 4 tipi diversi di bovino, aggiungendo insalata e scamorza e, a scelta, anche una serie di contorni tipici napoletani, dalla parmigiana alle zucchine alla scapece, dalle patate alle melanzane a funghetto, dai peperoni fritti ai funghi e così via. Questo panino caldo e fragrante è sicuramente motivo d’orgoglio per gli abitanti di Monte di Procida ed infatti, ogni anno, tra giugno e luglio si ripete il “Festival della Cistecca”, durante il quale, oltre a gustare questo prodotto tipico, si possono mangiare anche tanti altri street food, sempre relativi alle tradizioni campane.

Inoltre, per tutelare questo prodotto tipico montese, nel 2014 è nato il “Consorzio della Cistecca Montese” grazie al lavoro di Macelleria Sciammarina, Chalet Sunrise, Il Furgone, Il Gotha, Happy Hours, Macelleria Sciamà, Catarì, Dream View e Quick Bite. Questi ultimi hanno realizzato un marchio collettivo a salvaguardia di questa specialità.

Lascia un Commento