Le 10 spiagge più belle della Campania

La Campania, dal panorama variegato, ha nelle spiagge della costa, un punto di forza. Spiagge lunghe, calette, conche ed anfratti, Spiagge isolate e spiagge a vocazione turistica. Ecco le migliori 10 spiagge della regione

0 36.408

La Campania ed il mare. Un legame antico che accomuna le province di Napoli, Salerno e Caserta. Cinquecento chilometri di costa bagnata dal Mar Tirreno, che fornisce un panorama caratteristico ed uno spettacolo senza pari. Le coste della Campania sono frastagliate, ma anche lineari. Lunghe spiagge lasciano spazio a piccole calette e fiordi; angoli nascosti e piccoli borghi di pescatori, luoghi invasi dal turismo di massa e riconosciuti dall’UNESCO ed anfratti poco noti. Tutto questo sono le spiagge della nostra regione. Scegliere 10, tra le più belle spiagge campane è stata un’impresa davvero ardua. Tuttavia di seguito, vi proponiamo la nostra selezione.

Fiordo di Furore

spiaggia del fiordo di furore
https://www.viaggiamo.it/come-arrivare-alla-spiaggia-di-furore/

Iniziamo con una delle spiagge più particolari. Un fiordo, e non siamo in Norvegia, ma in Campania. Ci troviamo a Furore, un comune di poco più di 700 abitanti in provincia di Salerno. Il paesino si trova a pochi chilometri da Positano ed, essendo parte della Costiera Amalfitana, è insignito del titolo di Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, titolo condiviso con gli altri comuni della zona. Il fiordo è una profonda spaccatura nella roccia, attraversata dal torrente Schiato, che scende da Agerola. La presenza della roccia e del fiordo, sormontato da un ponte che permette la viabilità automobilistica, impedisce letteralmente al sole di splendere sulla spiaggetta di fronte. Qui, il sole batte solo verso le prime ore del mattino, per poi venire offuscato dalla presenza del fiordo. La spiaggia del Fiordo di Furore è molto piccola e circondata da piccole imbarcazioni di pescatori ferme sulla sabbia. Si tratta di una spiaggia libera, accessibile tramite una lunga scalinata scavata nella roccia, che parte proprio dal ponte della Strada Statale Amalfitana. Raggiungere la spiaggia del fiordo in auto, è abbastanza complicato, non essendo possibile il parcheggio lungo la strada del ponte. Esiste tuttavia una piccola caletta più avanti dove sono presenti aree per la sosta. La soluzione migliore, resta quindi quella dei mezzi pubblici: autobus da Napoli e da Salerno in direzione Amalfi, dove una volta raggiunto il capolinea si prende il bus per Sorrento e Positano. La fermata è proprio sul ponte del fiordo che consente la discesa alla spiaggia.

Spiaggia del Buon dormire

spiaggia del buon dormire
https://www.giornaledelcilento.it/palinuro-baia-del-buondormire-chiusa-ai-bagnanti-il-caso-in-procura/

Un vero e proprio angolo di paradiso si trova in Campania, nel bel mezzo del Parco Nazionale del Cilento, nel comune di Palinuro, Salerno. La spiaggia del Buon dormire è la soluzione ideale per chi vuole un attimo di tregua dal caos cittadino e dagli ingorghi automobilistici. Qui infatti, la prima particolarità: la spiaggia non è raggiungibile via terra. Per accedervi si deve arrivare a nuoto o tramite imbarcazioni, reperibili verso la vicina spiaggia La Marinella. Di fronte alla spiaggia c’è il Coniglio, un isolotto grande poco più di uno scoglio, che rende ancor più caratteristico il luogo. Ciò che colpisce però, è lo spettacolo di colori: un mare estremamente limpido ed una spiaggia dorata, costituiscono il biglietto da visita di questa piccola spiaggia protetta dalle rocce a strapiombo sul mare.

Spiaggia del lago

spiaggia del lago
https://www.cilentonotizie.it/dettaglio/30548/concorso-legambiente-la-piu-bella-sei-tu-premiata-una-spiaggia-di-castellabate/

A differenza delle precedenti, la spiaggia del lago è una delle più accessibili ed attrezzate. Situata anch’essa in provincia di Salerno, nel Comune di Castellabate, risulta essere anche una delle più comode. La spiaggia si estende per circa un chilometro ed è caratterizzata da sabbia finissima e dalla giusta combinazione di comfort e natura. Spostandosi dalla spiaggia è possibile infatti immergersi nella natura, per avviarsi in sentieri escursionistici suggestivi. La spiaggia del lago è denominata anche “spiaggia del Giglio Bianco”, in funzione del fiore omonimo che nel Cilento è molto presente, e caratterizza molte delle spiagge locali.

Spiaggia della Gaiola

la gaiola napoli
https://www.tuttoinsalute.it/parco-sommerso-della-gaiola-a-napoli-discesa-gaiola-come-visitare-e-dove-si-trova/

Se la spiaggia in sé non offre molto, in termini di spazio e di comfort, lo spettacolo che si presenta ai bagnanti, soddisfa anche i più esigenti. La Gaiola si trova a Napoli ed è un’area marina protetta di 42 ettari, sita tra Marechiaro e la Baia di Trentaremi. La Gaiola è una delle più belle spiagge della città ed offre, grazie alla capienza ridotta di bagnanti che possono accedervi ed alla posizione in cui si trova, un’atmosfera di tranquillità; il tutto a poca distanza dalla mondanità di Posillipo e del Parco Virgiliano. L’area è di grande interesse biologico ed archeologico, dato che in questi fondali ci sono sia reperti archeologici che specie ittiche che non si trovano altrove. Mentre ci si rilassa al sole o si fa un bagno è possibile ammirare  gli isolotti della Gaiola. I due isolotti sono collegati da un ponte e su uno di essi sorge una villa, di proprietà della Regione Campania, ritenuta maledetta da molti napoletani. Alla spiaggia libera si accede grazie a Discesa Gaiola, una stradina accessibile a piedi da Posillipo. Il modo migliore per raggiungere la via è l’auto, da parcheggiare nelle aree preposte su via Posillipo. Per arrivarci con i mezzi pubblici si possono utilizzare i bus 140 e C21 da Mergellina oppure il C31 dal Vomero.

Bagni della Regina Giovanna

bagni della regina giovanna
https://www.napoli-turistica.com/bagni-della-regina-giovanna-sorrento/

Sorrento, meta di un turismo esclusivo, di lusso. I bagni della Regina Giovanna sono l’elemento indicativo del fatto che forse, è sempre stato così. Questa spiaggia è una vera e propria conca immersa in una natura ancora incontaminata, ma che reca al suo interno un alto valore archeologico per i resti di un’antica villa romana. Questa conca prende il nome dalla Regina di Napoli Giovanna  D’Angiò nel 1300, la quale, come vuole la narrazione era nota per i suoi amori scandalistici. Per questo la sovrana soleva recarsi a Sorrento, in questa conca appartata per incontrare i suoi amanti lontana da occhi indiscreti. Storie e leggende a parte, i bagni della Regina Giovanna si caratterizzano per le scogliere che circondano l’area e per il mare cristallino. Per accedervi è necessario camminare a piedi lungo una stradina immersa nella natura e nei profumi della Costiera.

Marina Piccola

marina piccola capri
https://www.vesuviolive.it/ultime-notizie/156672-mare-stimola-nostro-cervello-ci-rende-piu-felici-perche/

Come ben noto, la Campania è rinomata anche per le sue isole. Non poteva quindi mancare una tappa nella celebre Capri. Qui, poco distante dalla famosa piazzetta, sorge Marina piccola. La sua posizione la rende facilmente accessibile dal centro abitato. Per questo motivo la piccola spiaggia è frequentata tanto dai turisti, quanto dai locali. Il perimetro della spiaggia è perlopiù coperto da aree attrezzate, ma non manca sufficiente spazio per la spiaggia libera. Marina Piccola concede la vista sui Faraglioni, uno spettacolo impossibile da vedere altrove.

Punta Licosa

punta licosa
https://www.cilentonotizie.it/dettaglio/1466/punta-licosa-accesso-negato-alla-perla-del-cilento/

Punta licosa presenta una serie di piccole spiagge, nel Comune di Castellabate. Vi si accede dopo un breve cammino da fare in una vasta oasi di macchia mediterranea. Il mare antistante fa parte della riserva protetta di Castellabate ed è un vero e proprio paradiso. Dalle spiagge di Punta Licosa si può raggiungere in barca l’isolotto che si trova a poca distanza, dalla caratteristica forma di una mezza luna. Per accedervi ci sono due stradine riservate: una è parte della frazione Ogliastro Marina, l’altra invece fa parte di San Marco di Castellabate.

Spiaggia dell’Arco Naturale

spiaggia arco naturale palinuro
https://www.costieradelcilento.it/destinations/arco-naturale/

Spostandoci nuovamente verso Palinuro, troviamo una spiaggia sormontata da un arco naturale, da cui prende il nome. Un’alta parete rocciosa, sotto cui nasce questo arco formatosi naturalmente, si erge alla sinistra di questa spiaggia di ciottoli e ghiaia. L’arco, oltre a caratterizzare il paesaggio locale, divide la spiaggia in due: da un lato vi è l’area attrezzata, con gli ombrelloni e l’attracco per le imbarcazioni turistiche che permettono le escursioni, dall’altro la spiaggia libera, oggetto di un recente lavoro di messa in sicurezza per il rischio frana. La spiaggia è raggiungibile in auto, dopo autostrada e superstrada. Se si accede all’area attrezzata, vi è anche un parcheggio. Altrimenti ci si può arrivare in treno e successivamente con il servizio navetta.

Spiaggia dei Maronti

Ci spostiamo nuovamente su una delle isole della nostra Campania, ma questa volta ad Ischia, precisamente nel Comune di Barano. La spiaggia dei Maronti è una delle più belle e celebri dell’Isola Verde. Questa spiaggia si estende per 3 chilometri ed è la più estesa di tutta l’isola.  Si trova esattamente nel mezzo tra il promontorio ed il mare, con i ripidi costoni che fungono da protezione per la spiaggia stessa. Lungo la spiaggia è possibile trovare numerose aree attrezzate, lidi privati, alberghi e ristoranti, tutte cose che però, non hanno intaccato l’aspetto naturalistico e selvaggio insito nei Maronti. La spiaggia dei Maronti è facilmente raggiungibile in auto, con un’ampia disponibilità  di parcheggi custoditi, ma anche con i mezzi pubblici offerti sull’isola d’Ischia, compresi i taxi boat che conducono i bagnanti via mare.

La Vite

spiaggia la vite amalfi

La spiaggia La Vite conclude l’elenco delle spiagge più belle della Campania. La Vite si trova nel comune di Amalfi, ma adiacente al Comune di Conca de’ Marini. Il luogo è l’ideale per la tranquillità che vi si respira, essendo essenzialmente lontano dalle spiagge fortemente interessate dal turismo di massa, che caratterizzano le zone di Amalfi e Positano. Una spiaggia di dimensioni ridotte, bagnata da un mare limpidissimo. Sulla spiaggia vi è un solo stabilimento che noleggia ombrelloni e lettini. La spiaggia La Vite è raggiungibile da Conca de’ Marini, tramite delle scale in prossimità dell’Hotel Belvedere. Qui, le scale da fare saranno molte, per arrivare su un pontile, dal quale si raggiunge la spiaggia tramite una barchetta.

 

 

Lascia un Commento