Le affascinanti dimore storiche della Campania

La Campania è ricca di dimore storiche in cui soggiornare o da cui partire per visitare i loro dintorni e le bellezze della regione

0 200

La Campania è una delle regioni italiane più ricche di bellezza, che sia naturale o storica. Vi sono diverse dimore storiche, con un’importante vissuto alle spalle, spesso immerse nella natura e che possono essere un buon punto di partenza per una vacanza o anche una semplice escursione pomeridiana.

Il Palazzo Cocozza di Montanara

A Caserta è possibile visitare il Palazzo Cocozza di Montanara.  Il Palazzo Cocozza era un’antica fortificazione medievale trasformatasi nel tempo prima in un palazzo rinascimentale e successivamente in una dimora di campagna.

Il Palazzo oggi fa parte del circuito delle dimore storiche italiane avendo mantenuto anche una serie di caratteristiche peculiari di tutte le sue fasi costruttive. Il complesso nacque inizialmente come fortificazione rivolta verso l’odierna Casertavecchia, con una forma a U databile al XV secolo.

Di particolare interesse sono il torrione semicircolare, vestigia dell’originale funzione dell’edificio, utilizzato per l’avvistamento a lunga distanza, e gli appartamenti restaurati tra il XIX e il XX secolo.

Gli spazi del piano nobile, situato nel corpo di fabbrica principale al piano centrale, mantengono la pavimentazione in cotto tipica dell’area campana. Particolarmente interessante è il giardino in stile romantico che raccoglie un gran numero di piante e specie botaniche provenienti dalla macchia mediterranea e da alcune località esotiche. L’intero giardino è poi costellato da una serie di sculture e riferimenti marmorei al mondo classico.

Il Palazzo Cocozza di Montanara venne scelto da Pier Paolo Pasolini per ambientare una delle novelle del suo Decameron.

Villa di Donato

Tra tante dimore notevoli presenti a Napoli, molto interessante è la Villa di Donato. La villa sorge in quello che era il borgo di Sant’Eframo vecchio, oggi inglobato nel tessuto cittadino. Il borgo prende il nome dall’omonima piazza nei pressi del convento dei Cappuccini.

Dimore – Villa di Donato interni, https://it.wikipedia.org/wiki/Villa_Di_Donato#/media/File:Villa_Di_Donato_Sala.jpg

La villa venne edificata come casino di caccia, uno dei pochi che rimane oggi a Napoli. Il luogo in cui si trova è posto alle spalle del Reale Albergo dei Poveri, posto a metà strada tra questi e la collina di Capodimonte. Villa di Donato rispetto ad altre dimore storiche ha mantenuto un certo aspetto “privato” rimanendo abitata nel tempo ma permettendo anche di rendere fruibili spazi meravigliosi con affreschi settecenteschi.

La dimora oggi è location di diversi eventi come il Live in Villa Donato, rassegna di musica e teatro.

Il Castello Aragonese d’Ischia

E’ molto difficile che si trovi un luogo come il castello Aragonese d’Ischia. Il castello sorge nell’area che probabilmente fu dimora del primo insediamento greco sull’isola del V secolo, e per questo chiamato inizialmente Castrum Gironis.

L’impianto attuale del sito è quello di epoca aragonese. Alfonso I d’Aragona decise di trasformare la costruzione già esistente un un forte imprendibile arroccato sul mare.

Dimore – Castello Aragonese, https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Aragonese_castello_-_panoramio.jpg

Il castello oggi non ha più naturalmente il proprio scopo difensivo, ma allo stesso tempo mantiene e valorizza tutte quelle caratteristiche peculiari della propria struttura. Il complesso è stato oggetto di importanti restauri che hanno permesso di porlo al centro di una rete culturale che coinvolge l’intera isola di Ischia. Si tratta di un luogo storico in cui vengono organizzate mostre e eventi culturali, ma anche visite ai giardini e alla struttura difensiva. Nel castello oggi è possibile passare una giornata indimenticabile guardando il tramonto dalla terrazza, soggiornarvi per brevi periodi o visitarlo come semplici turistici.

Domus Laeta

Nel caso si voglia compiere un viaggio nell’entro terra verde della Campania, nel Parco Nazionale del Cilento e si voglia compiere un soggiorno particolare sarebbe consigliato soggiornare a Giungano, nella Domus Laeta. 

La Domus Laeta è un’antica dimora storica  del XVII secolo sita a Giungano, un piccolo insediamento collinare nato per dare un punto di ritrovo alla popolazione di Paestum che per evitare le incursioni saracene si spostava nell’entroterra.

La Domus come poche altre dimore e luoghi è riuscita a mantenere la propria identità  familiare e privata attraverso la conservazione di mobilio originale e un’imponente biblioteca contenente testi antichi e rari per un totale di circa 2000 volumi, un vero paradiso per bibliofili.

Panorama punta licosa, https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/a/a3/Puntalicosa.png

Oltre la bellezza intrinseca della casa vi è poi lo spazio circostante. L’abitato di Giungano si trova in una posizione ideale per visitare il Parco Nazionale del Cilento, utilizzando la Domus come luogo in cui soggiornare e partire per esplorare il territorio circostante. Allo stesso tempo è possibile anche recarsi sulla costa poco distante potendo frequentare anche le spiagge di Punta Licosa e il parco marino protetto.

Lascia un Commento