Torna il Sapri Jazz Waves con la XII edizione

Riparte la rassegna Jazz nel cuore del Cilento

0 393

Anche quest’anno il Sapri Jazz Wave torna con la sua dodicesima edizione.
Nato da un’idea dell’Associazione di promozione sociale “Officine Creative -Luigi Sainato”, il festival nasce  dall’amore per il proprio territorio, come il Cilento, e della amata città di Sapri, per amore della musica, e per amore delle idee visionarie che per fortuna regalano prospettiva. 

Le location ed il programma

Due location scelte per questa edizione della rassegna jazz. Il ritrovato e suggestivo
spazio del Viale della Spigolatrice, farà da splendida cornice alle prime due serate, 30
e 31 luglio, mentre per la chiusura rassegna, il 16 agosto, è stata scelta Piazza
Plebiscito, sul sagrato chiesa madre.
L’apertura rassegna, il 30 luglio, vedrà esibirsi il trio di Pasquale Mandia, con al
pianoforte e voce Lucio D’Amato, mentre al contrabbasso Gabriele Pagliano. Ospite
del trio per la serata, sarà alle percussioni, Tommaso Bergamo.
Il trio presenterà il progetto musicale “AURORA” disco dalle sonorità eteree, che
mescola elementi del Jazz moderno a suoni chiari ed armonie aperte, portando
l’ascoltatore ad immaginare ed immergersi nei paesaggi tipici del Nord Europa. Il
disco, per la sua quasi totalità, si compone di brani di originale composizione.
L’esibizione del 31 luglio, è affidata al trio di Alessandra D’Alessandro. La giovane
batterista romana presenterà “OUTLINES”, e sarà affiancata al pianoforte da
Francesco Negro, mentre al contrabbasso troviamo Igor Legari. Il trio, di recente
formazione, propone un repertorio quasi interamente originale, con l’intento di
coniugare il mondo della scrittura a quello dell’improvvisazione libera, il mondo del
jazz a quello del rock, lasciando sempre trasparire il forte rapporto che lega la
D’Alessandro, alla musica per il cinema. In particolar modo, ad Armando Trovajoli e
Nino Rota.
La chiusura della XXII edizione della rassegna, il 16 agosto in Piazza Plebiscito, vedrà
esibirsi il duo in pianoforte di Donatello Giambersio e Giuseppe Telesca, in “PIANO
STEREO”.
I due musicisti presenteranno un repertorio di chiara matrice jazzistica, con
divagazioni latine e accenni alla canzone d’autore, dove l’improvvisazione e l’Interplay
fanno da padrone.
Piano Stereo nasce dall’esigenza di offrire una visione del pianoforte a tutto tondo,
unendo i diversi stili dei due pianisti che si esibiranno prima in piano solo e poi in duo.
Donatello Giambersio è un pianista totale (diplomato in Pianoforte Classico e
Pianoforte Jazz) dotato di grande agilità ritmica e con uno sguardo sempre rivolto alla
tradizione afrocubana. Non mancano, quindi, momenti di brio e virtuosismo.
Giuseppe Telesca è un pianista e compositore eclettico (diplomato in Pianoforte jazz e
Composizione Jazz) approdato al cantautorato. Il concerto, così, si arricchisce di
interpretazioni piano e voce di brani originali e standards americani riscritti in italiano.
Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito e con inizio alle ore 22.00.

Scopri di più sul sito ufficiale del festival

Lascia un Commento