Campania: 20 Bandiere Blu sventolano sulle sue coste, trionfo tra bellezza e sostenibilità

Un riconoscimento all'eccellenza per le acque cristalline e l'impegno per l'ambiente. La sorpresa del 2024 è Baia Domizia

0 6

La Campania si conferma tra le regioni d’Italia con il maggior numero di Bandiere Blu, ottenendo ben 20 riconoscimenti per il 2024. Un traguardo che premia la qualità delle sue acque, la gestione sostenibile del territorio e l’impegno profuso per valorizzare il patrimonio ambientale costiero. Il prestigioso riconoscimento viene assegnato dalla Foundation for Environmental Education (FEE). Questo ambito premio certifica non solo la purezza delle acque, ma anche la gestione sostenibile del territorio, la sicurezza e i servizi offerti ai turisti. L’ingresso di Baia Domizia tra le località campane che possono vantarsi di questo riconoscimento ha suscitato curiosità.

Un riconoscimento di eccellenza

La Bandiera Blu è un marchio di qualità che premia le spiagge e gli approdi turistici che rispettano rigorosi criteri in termini di qualità delle acque, gestione ambientale, servizi e sicurezza. Ottenere questo riconoscimento non è solo motivo di orgoglio per le amministrazioni locali, ma rappresenta anche un forte richiamo turistico. L’ambito premio rappresenta un’importante opportunità per la Campania di valorizzare il proprio patrimonio turistico e di promuovere un’offerta di qualità che punti sull’eccellenza ambientale e sulla sostenibilità. I comuni premiati potranno infatti utilizzare il vessillo come strumento di marketing per attrarre visitatori da tutto il mondo e per destagionalizzare i flussi turistici.

Bandiere Blu in Italia

A mantenere il primato nel 2024 è la Liguria, che vanta ben 34 località certificate. La segue la Puglia, che quest’anno sale a 24. Sul gradino più basso del podio troviamo ex aequo la Campania e la Sicilia, entrambe con 20 bandiere ciascuna. L’ingresso di Baia Domizia tra le località campane che possono vantarsi di questo riconoscimento ha suscitato curiosità.

Le 20 località della Campania

 

  • Cilento:

Questa bellissima zona della Campania è ancora la regina delle bandiere blu. Sono infatti ben 10 spiagge ad aver ricevuto l’ambito premio. Si tratta di Capaccio Paestum, Agropoli, Castellabate, Montecorice (Agnone), San Mauro Cilento (Mezzatorre), Pollica (Acciaroli), Casal Velino, Ascea, Centola (Palinuro), Piscotta.

  • Altre spiagge del salernitano:

È nota da tutti come una delle più ricche di spiagge. Qui abbiamo invece, Camerota (Marina di Camerota), Ispani (Capitello) e Vibonati.

  • Costiera sorrentina:

Gemma del turismo italiano e internazionale, la Costiera Sorrentina riconferma la sua eccellenza nell’edizione 2024 delle Bandiere Blu. Un attestato che premia la qualità delle sue acque cristalline, l’impegno nella gestione sostenibile del territorio e la bellezza mozzafiato dei suoi paesaggi.

Tra le località che da anni sventolano il vessillo blu figurano Massa Lubrense, Sorrento, Piano di Sorrento e Vico Equense. Autentici paradisi per i visitatori, queste località si distinguono per l’offerta turistica variegata, l’accoglienza calorosa e l’attenzione all’ambiente.

  • Costiera amalfitana

La vera sorpresa delle Bandiere Blu del 2024 è la quasi totale assenza della Costiera Amalfitana. L’unica località ad aver ottenuto il riconoscimento è Positano, mentre sono rimasti esclusi tanti piccoli angoli di paradiso.

  • Isole

Sono da decenni il simbolo del turismo nella regione. Capri, Ischia e Procida sono riconosciute a livello globale come eccellenze naturalistiche che, anno dopo anno, attirano decine di migliaia di turisti. Una delle grandi sorprese della certificazione Bandiera Blu 2024 è l’assenza di tutte le località isolane, tranne Anacapri. Infatti, solo il versante opposto di Capri ha ottenuto il vessillo, anche grazie alla presenza della Grotta Azzurra.

  • Litorale Domizio

Tra le novità più interessanti del panorama turistico campano del 2024 c’è senza dubbio l’assegnazione della Bandiera Blu a Baia Domizia. Un riconoscimento che premia gli sforzi fatti negli ultimi anni per migliorare la qualità delle spiagge e del mare, oltre che l’offerta turistica. Baia Domizia si presenta come una vera e propria sorpresa. L’impegno per la pulizia delle spiagge, unito al tentativo di emulare il modello di turismo balneare attrezzato e adatto alle famiglie già diffuso al Nord, ha portato a un considerevole miglioramento delle condizioni dell’acqua.

Lascia un Commento

Verified by MonsterInsights