Benevento: una città dove si intrecciano miti, leggende, storia e misteri

Alla realtà si contrappone una fervida immaginazione che ne rende la descrizione molto ma molto interessante. Qui vi sono stati i Sanniti, i Longobardi e i Romani

0 568

Benevento è una città dove si intrecciano miti, leggende, storia e misteri. Alla realtà si contrappone una fervida immaginazione che ne rende la descrizione molto ma molto interessante. Qui vi sono stati i Sanniti, i Longobardi e i Romani, i quali dopo la famosa sconfitta delle Forche Caudine(termine che oggi viene usato per indicare una terribile disfatta) la battezzarono Maleventum. Solo quando riuscirono a battere i valorosi sanniti le cambiarono di nuovo il nome in Beneventum.

Tra le leggende

Ce ne sono tante legate alla città, sicuramente la piu conosciuta è quella delle streghe(janare in dialetto). Queste si incontravano sotto un albero nei pressi del fiume Sabato e si aggiravano inoltre per la città. La leggenda è cosi forte che ha dato nome ad un famosissimo liquore. Oltre alla parte fantasiosa la città sannita si distingue anche per i monumenti romani, la chiesa di Santa Sofia, ottimi vini e altrettanto ottima gastronomia.

L’arco di traiano

Un’emblema non solo della città di Benevento ma di tutta la romanità. Costruito quasi 2000 anni fa, è oggi uno degli archi di trionfo meglio conservati al mondo. Il trascorrere del tempo non ha intaccato affatto il suo fascino dovuto alle sue prospettive maestose. Il monumento è giunto infatti a noi pressoché integro, sia nella struttura che nei suoi bellissimi e numerosi fregi decorativi. Quest’arco commemorativo, è dedicato all’imperatore Traiano che aprì la via Traiana. Un’alternativa o scorciatoia della via Appia, che diminuiva il tragitto tra Benevento e Brindisi.

Il Teatro Romano di Benevento

Si tratta di una costruzione del II secolo e nasce per volere di Adriano, poi ampliato da Caracalla. L’edificio può ospitare più di 10.000 persone ed è l’ideale per organizzare(soprattutto in estate) eventi musicali e teatrali grazie alla sua impeccabile acustica.

Orari di apertura e costo del biglietto per il Teatro Romano di Benevento

Orari di apertura: aperto tutti i giorni dalle 09:00 alle 19:00

Biglietto intero: 2 €. Ridotto 1 €

Come arrivare: nel centro storico, in Piazza Ponzio Telesino.

Palazzo Paolo V

Commissionato da Paolo V, fu costruito dal Fontana, i lavori iniziarono alla fine del XVI secolo. Il progetto iniziale prevedeva un palazzo di modeste dimensioni. Nel tempo però le sue dimensioni aumentarono notevolmente, tanto da inglobare anche una chiesa. Conosciuto anche col  nome di palazzo di città o Palazzo Magistrale, è stato il primo della città ad avere un’illuminazione artificiale. Oggi ospita numerosi eventi artistici e culturali.

Il Duomo

Si tratta della prima chiesa costruita a Benevento ed è dedicata a Santa Maria de Episcopio. Durante la seconda guerra mondiale ha subito ingenti danni a causa di un bombardamento, l’unico edificio a restare quasi intatto è la cripta. Bellissima la porta maggiore che si trova nell’atrio, è suddivisa in due parti. Nella prima si trovano  alcuni episodi della vita di Cristo, nella seconda invece è raffigurato il vescovo metropolita di Benevento e altri 24 vescovi.

La rocca dei rettori

Una costruzione dal fascino unico, risultato di un mix di costruzioni e stili susseguitisi nel corso del tempo(romani, sanniti e medievali). La struttura è formata dal torrione ad angolo(di epoca longobarda) e dal palazzo dei governatori(di epoca medievale). Oggi ospita la sede della provincia di Benevento nonché una mostra permanente sul risorgimento della città.

Orari di apertura e costo del biglietto per la Rocca dei Rettori di  Benevento

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 07:00 alle 13:00

Biglietto intero: gratis.

Come arrivare: nel centro storico, in Piazza Castello.

La Chiesa di Santa Sofia a Benevento

Si tratta di una costruzione longobarda tra le più particolari, vi si trovano infatti elementi artistici tipici dell’epoca ma con alcune innovazioni. Un esempio è rappresentato dal collocamento dei pilastri e dalla forma della struttura. Anche le volte hanno una loro peculiarità. È stata costruita verso la metà dell’ottavo secolo ed è stata oggetto di diversi restauri.  Bellissimo anche il chiostro ad essa connesso. Dal 2011 fa parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Orari di apertura e costo del biglietto per la Chiesa di Santa Sofia

Orari Invernali: 08.00 -12.00 e 16.00 -19.00.
Orari Estivi: 8.00 – 12.00 e 16.00 – 20.00.

Costo del biglietto: gratis.

Come arrivare: nel centro storico, in Piazza Santa Sofia.

Lascia un Commento