Marianna Vitale: storie di donne d’eccellenza della Campania

Marianna Vitale è un'imprenditrice e Chef Stellato "Ristorante SUD" - Quarto.

0 149

Marianna Vitale è un’imprenditrice e Chef stellato, nata al centro storico di Napoli, a Porta Capuana. Vive e lavora nei Campi Flegrei, dove ha le sue attività: Sud Ristorante, ristorante stellato di cucina creativa; Angelina Tavola Calda Moderna, dove si può trovare una cucina tradizionale, e infine Marlimone bar e acidità, dove vengono serviti soprattutto panini di mare, crudi marinati e birre acide.

Chi è Marianna Vitale

Come nasce questo amore per la cucina? Marianna racconta che la sua passione nasce da bambina, in casa dei nonni materni, probabilmente perché era una bambina a cui piaceva tanto mangiare. Una passione che ha coltivato nel corso del tempo, continuando a cucinare per amici e persone. Sebbene Marianna abbia intrapreso un percorso universitario, laureandosi in lingue e letterature straniere, ha poi deciso di tornare al suo primo amore: la cucina. Così, insieme a Pino Esposito, decide di aprire Sud.

Il Sud stellato

Sud Ristorante, aperto ormai 13 anni fa, ha ricevuto il prestigiosissimo riconoscimento della Stella Michelin dopo appena 2 anni. Definire la cucina di Sud, secondo Marianna, è semplice: “è una cucina che racchiude il Sud del mondo. L’idea è anche un po’ quella dell’emarginazione di chi ha scelto di restare, anziché partire“.

L’impegno, nel corso del tempo, sicuramente è cambiato. Adesso, Marianna si occupa principalmente di supervisionare le tre attività. E racconta: “Personalmente, non ho avuto difficoltà ad affermarmi come donna in un campo che in tanti definiscono maschilista“.

Facendo un bilancio di quanto fatto finora, la Vitale aggiunge “Sono particolarmente soddisfatta degli obiettivi raggiunti, ma non ho fatto tutto da sola. La forza è il lavoro di squadra, e ho ottenuto tutto grazie al team che lavora con me. Noi puntiamo tantissimo sulle persone: abbiamo un concetto di inclusione molto spinto“.

A una giovane donna che volesse intraprendere un percorso simile, la Vitale consiglierebbe di essere sempre ricercata, specializzata, unica. Di non lasciarsi guidare dalle mode del momento, ma di guardare le cose in modo diverso e scegliere una strada personale: “Identità è la parola che definisce al meglio il mio percorso: ho deciso di staccarmi dall’omologazione. Una scelta rischiosa ma che si è rivelata vincente nel corso del tempo“.

Lascia un Commento