Grande Campania

Vacanze in Campania: le 10 mete più belle

Trascorrere le vacanze in Campania? è possibile. Che si voglia soggiornare al mare o in montagna, negli hotel o negli agriturismi, in Campania è possibile. I posti sono tanti, e noi, abbiamo stilato una lista con 10 località, tra le più indicate per tutti i gusti.

0 413

La Campania è una regione ricca di tesori, naturalistici ed urbani, di parchi naturali e di borghi sul mare. Con il graduale ritorno alla normalità e l’avvicinarsi della stagione estiva, l’argomento vacanze comincia a tenere banco. Quindi, perché non trascorrere in Campania un periodo di villeggiatura? C’è il mare, ma anche tanto altro: sentieri di montagna, borghi medievali, grandi città e percorsi archeologici. Ce n’è davvero per tutti i gusti, resta solo l’imbarazzo della scelta. Noi abbiamo selezionato 10 importanti mete, tra mare e montagna, tra località rinomate ed itinerari alternativi.

10. Napoli

golfo di napoli
https://siviaggia.it/wanderlust/innamorarsi-di-napoli/299706/

In questa lista per le vacanze, non poteva mancare l’itinerario cittadino di Napoli. La città è l’ideale, sia per il turista mordi e fuggi, sia per il visitatore che ha tutto il tempo necessario per assaporarne tutti gli aspetti. Napoli racchiude in sé, tutti gli aspetti caratteristici della regione: è una città di mare, ma ha anche quartieri collinari; ha degli scorci incantevoli, vicoli del centro storico e tante tracce di un glorioso passato; importanti aree verdi ma anche musei, monumenti e locali per la vita notturna. Insomma, a Napoli c’è davvero tutto. Un tutto incorniciato ovviamente dal buon cibo e da uno stile di vita ancora piuttosto “slow” se paragonato a quello di altre città italiane. Da Napoli poi, ci sono i collegamenti che, in poco tempo, permettono di raggiungere le altre mete celebri del turismo in Campania, come Bacoli o Pozzuoli, ma anche  Pompei ed Ercolano per la visita agli scavi archeologici.

9. Sorrento e dintorni

http://incampania.com/poi-activity/costiera-sorrentina/

Un nome che parla per sé. Sorrento è una delle località più rinomate al mondo. Qui vi trascorrono le vacanze tantissimi stranieri, attirati dal mare e dalle strade cittadine molto belle e caratteristiche. Sorrento è adagiata su un costone roccioso che affaccia sul Golfo di Napoli e, permette così delle straordinarie vedute panoramiche. Sorrento è una spettacolare location per le vacanze, da scegliere anche come base di partenza per proseguire un tour in Campania verso la Costiera Amalfitana o Capri. Nella zona della penisola sorrentina c’è anche un bel mare pulito. Lo confermano i dati che hanno conferito ai mari di Vico Equense, Sorrento e Piano di Sorrento, la bandiera blu: 3 delle 19 bandiere blu della Campania, si trovano in questa zona. Questo vale come ulteriore attrattiva per Sorrento e i comuni limitrofi.

8. Salerno

veduta di salerno
https://www.livesalerno.com/it/storia-salerno

Una città che ha conosciuto negli ultimi vent’anni uno sviluppo senza precedenti, con un lungomare spettacolare e con un centro storico fatto di vicoli intricati e caratteristici. La città si estende e cresce parallelamente al mare, e le sue strade principali seguono esattamente quella linea. Salerno è anch’essa una grande città ed anche qui è possibile trovare una miriade di attrazioni. Dopo la passeggiata sul lungomare Trieste e sul corso principale della città, fino a perdersi nel fitto dedalo di vicoli storici, è possibile visitare musei, osservare monumenti e vivere la vita notturna salernitana. Se si vuole godere della vista panoramica, su Salerno e sul golfo invece, bisogna recarsi al Castello Arechi, imponente maniero che domina la città. Salerno inoltre, è vicina ad altri luoghi interessanti come Vietri sul Mare e tutti i comuni della Costiera Amalfitana. Raggiungerli da Salerno, è davvero semplicissimo.

7. Benevento e provincia

benevento-arco-di-traiano
https://www.fotoeweb.it/benevento/Benevento%20Arco_Traiano.htm

La Campania riesce ad accontentare anche chi, per le proprie vacanze, preferisce un’alternativa alla solita villeggiatura sul mare. Per coloro che la pensano così, un giro per Benevento e dintorni può essere una valida opzione. La città è l’ideale per le vacanze alla scoperta del patrimonio culturale italiano; a Benevento infatti, tra l’Arco di Traiano, la Rocca dei Rettori, il Teatro Romano e la Chiesa di Santa Sofia, c’è davvero tanto da scoprire. A ciò va aggiunto che, partendo da Benevento si possono raggiungere in poco tempo, borghi straordinari, famosi per il patrimonio archeologico, naturalistico e religioso. meritano una visita il centro antico di Cerreto Sannita, Sant’Agata de’ Goti e di Cusano Mutri, il parco geopaleontologico di Pietraroja, e quello archeologico di San Salvatore Telesino. A completezza del quadro poi, c’è anche la possibilità di visitare la casa che diede i natali a San Pio da Pietrelcina, nel comune omonimo. Infine, se si è stanchi della calura estiva, le aree del beneventano offrono straordinari parchi immersi nel verde, tra il Taburno ed il Terminio, in cui rifugiarsi sotto l’ombra degli alberi.

6. Costiera Amalfitana

Uno dei luoghi più belli al mondo in cui trascorrere le proprie vacanze. Lo dicono i visitatori e parlano i dati relativi alle presenze turistiche. Positano, Amalfi, Conca de’ Marini, Maiori, Minori, Cetara, Acciaroli e così via. Piccoli comuni incastonati nelle insenature del territorio costiero, ma che godono di una fama internazionale, che attira ogni anno migliaia di visitatori da tutto il mondo. La Costiera Amalfitana è l’ideale per delle vacanze al mare, tra le caratteristiche piccole spiagge e gli straordinari vicoletti. Sono molti gli alberghi e le strutture ricettive a 5 stelle, ma cercando bene, si riesce a trovare soluzioni per tutte le tasche. Allontanandosi dal mare, non finiscono le bellezze però. Appena sopra la Costiera Amalfitana c’è Ravello, un paesino dei Monti Lattari che domina sulla Costiera, offrendo un panorama di incommensurabile bellezza. Ma non finisce qui: la Costiera accontenta anche gli appassionati delle escursioni. In un tour in queste zone, non può mancare la passeggiata sul Sentiero degli Dei, un percorso che collega Agerola a Positano, passando per delle alture, da cui si può ammirare tutto il Golfo.

5. Caserta e provincia

reggia di caserta e giardini
https://initalia.virgilio.it/reggia-caserta-42054

Il territorio che comprende Caserta e la sua provincia, spazia dal mare alla montagna, dalle località marittime di Mondragone e Castelvolturno, sino all’entroterra, caratterizzato da borghi medievali e ricchi di storia. Ma partiamo dall’inizio. Caserta è una città oggi molto funzionale, e ben collegata, la quale lega la sua storia, inevitabilmente ai sovrani di Borbone. Dire Caserta, equivale infatti a dire Reggia. Il famoso palazzo reale voluto da Carlo di Borbone e realizzato da Luigi Vanvitelli è praticamente la principale attrazione turistica della città. Le stanze visitabili del palazzo, i giardini monumentali ed il parco annesso, richiederebbero, da soli, un’intera giornata di visite. Vanvitelli però, non realizzò solo questo imponente palazzo e Caserta gli deve molto. Fuori dalla città, precisamente a Maddaloni, si trova l’Acquedotto Carolino, costruito sempre per volere del sovrano Carlo III, ed oggi patrimonio UNESCO. Merita una menzione anche il borgo di Caserta Vecchia, un borgo medievale che fa parte del territorio di Caserta, ma che differisce molto dalla città. Una volta giunti sul posto, dopo una lunga salita immersa nel verde, si giunge in un luogo dove il tempo si è fermato. Strade acciottolate, vecchie insegne e soprattutto silenzio. Le vacanze in provincia di Caserta potrebbero culminare con una visita turistica alla città normanna di Aversa ed ai borghi di Caiazzo, Sessa Aurunca e Pietramelara.

4. Paestum

Fonte: amalfinotizie

Paestum merita di essere citata a parte, per le sue caratteristiche. Le vacanze in questo luogo, sono forse il perfetto connubio tra tutte le attrattive dei luoghi di villeggiatura. Paestum è conosciuta soprattutto grazie ai suoi scavi archeologici, di Paestum e Velia. L’ anfiteatro romano, la tomba del tuffatore, ma soprattutto il tempio di Athena, quello di Hera ed il più famoso tempio di Nettuno, costituiscono il vero e proprio tesoro di questa località. Dopo una visita al parco archeologico, atta a rifocillare la mente, ci si può spostare a poca distanza, dove c’è un lungo litorale, caratterizzato da spiagge sconfinate, attrezzate o libere, che permettono di godere di una giornata di sole, in piena tranquillità. Archeologia, sole e mare, ma anche ottimo cibo. La zona è nota per la tipica produzione di latticini, fama che la accomuna alla vicina Battipaglia; qui la mozzarella è di prima qualità. Paestum inoltre, è anche comoda per raggiungere altre località famose, come Agropoli e Castellabate.

3. Avellino e provincia

Anche Avellino vanta le sue bellezze. Le località irpine forse sono poco conosciute dal turismo di massa ma andrebbero riscoperte. La città offre molto dal punto di vista architettonico, con il Duomo e la Torre dell’Orologio come importanti testimonianze del passato. Poco distante da Avellino c’è il Santuario di Montevergine, un monumento nazionale sito nel comune di Mercogliano, i visitatori che vi giungono sono perlopiù pellegrini, ma la sua imponenza, dominante sulla vetta, merita comunque una menzione. Avellino e la sua provincia poi, rappresentano l’ideale per chi si vuole immergere nella natura e nella cultura enogastronomica della Campania. Le vacanze in quest’area sarebbero caratterizzate da agriturismi e scoperte di prodotti locali, accompagnate da alcuni dei migliori vini italiani: il Fiano ed il Taurasi su tutti. Spostandosi dalla città si può giungere a Nusco, un suggestivo borgo a 900 metri sul livello del mare, noto per essere il “balcone dell’Irpinia”. Qui infatti, vi ha luogo un castello, dal quale si gode di una vista straordinaria, che abbraccia la Valle dell’Ofanto e quella del Calore. Più distante si trova un altro borgo: Monteverde. Poco più di 700 abitanti, ma inserito a pieno titolo, nella lista dei Borghi più belli d’Italia. Nel 2019 poi, è stato anche nominato come borgo più accessibile dall’Unione Europea, che ha valutato l’accessibilità al patrimonio culturale del borgo.

2. Capri e Ischia

https://siviaggia.it/idee-di-viaggio/cosa-vedere-in-barca-a-vela-a-capri-procida-e-ischia/204170/

Non ci sarebbe nemmeno bisogno di presentazioni per queste due isole. La loro fama va ben oltre il Golfo di Napoli ed attira turisti da tutto il mondo, ormai da sempre. Le due isole sono facilmente raggiungibili dal porto di Napoli ed offrono a chi voglia trascorrervi le vacanze, una svariata serie di attrazioni, paesaggistiche e culturali. Capri è l’isola azzurra del golfo, ambita meta di attori, artisti e celebrità varie, che talvolta la scelgono come residenza estiva. Per questo motivo Capri è ritenuta un’isola chic, accessibile ad un turismo di facoltosi. Tuttavia non è necessariamente così: con i dovuti accorgimenti si può godere dell’isola senza spendere una fortuna. Piazza Umberto I, conosciuta come “la piazzetta” è la prima particolarità che si incontra giunti a Capri. Questo è il luogo della movida caprese, da cui si snodano le vie principali dell’isola. C’è poi Anacapri, il comune più esteso che oltre ad una serie di colorati vicoli, si caratterizza per il suo paesaggio naturalistico. Un soggiorno a Capri può dirsi completo solo con una visita a Marina Piccola, Marina Grande, i celebri Faraglioni e la Grotta Azzurra. Passando ad Ischia invece, essa è conosciuta come “Isola Verde”; più grande della vicina Capri, un vasto insieme di attrazioni. Ad Ischia ci sono i giardini termali, di cui usufruivano già gli antichi romani per le loro proprietà benefiche. Oggi sono una delle cose da visitare assolutamente sull’isola. Sorgenti di acqua calda poi, che interessano anche le acque circostanti, come quelle della Baia di Sorgeto, una zona caratterizzata da piscine naturali, per cui vale la pena scendere i 234 scalini necessari per giungervi. Importanti sono anche le spiagge di Ischia, come la Baia di San Montano o la Chiaia. C’è poi il borgo Sant’Angelo, con le sue case colorate ed il suo accesso totalmente pedonalizzato. La zona è ritenuta la piu chic dell’isola.

1. Procida

Questo elenco non poteva non concludersi con Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022. Rispetto ad Ischia e Capri, l’isola di Procida è stata interessata marginalmente dal fenomeno turistico di massa. Solo negli ultimi anni si sono registrati importanti numeri in termini di arrivi. Tuttavia ancora oggi, il turismo procidano è fortemente presente nei mesi estivi; per il resto dell’anno, la vita sull’isola prosegue tranquilla, e conferisce alla stessa quell’atmosfera tipica di un borgo di pescatori, così com’era un tempo. La prima cosa che si vede di Procida, quando si è in mare, sono le case. Uno spettacolo di colori che salta subito all’occhio del visitatore che intenda passarci le vacanze. Procida conserva ancora quel carattere autentico e questo lo si intuisce dalle barchette, dai vicoletti e dalle straordinarie atmosfere che fermano il tempo. Appena giunti sull’isola si incontra Marina Grande, che è un pò la cartolina di Procida. Subito dopo c’è via Roma, dove ci sono i negozi, ma le bellezze sono davvero tante. In primo luogo Torre Murata, in passato luogo in cui i procidani si rifugiavano per sfuggire ai saraceni, oggi località panoramica da cui si osserva il Golfo di Napoli e le isole. Per accedervi si passa per una serie di vicoletti realmente fermi nel tempo. C’è poi Casale Vascello, una serie di abitazioni chiuse in una corte interna. Anche questa soluzione abitativa serviva a proteggere la popolazione dagli attacchi via mare. Forse però, il vero fiore all’occhiello di Procida è Marina Corricella, il borgo marinaro più caratteristico dell’isola, noto per l’insieme variopinto di case. Qui si può godere di un’atmosfera davvero caratteristica, passeggiando tra le case antiche e godersi una cena vicino alle barche ivi attraccate.

 

 

 

Lascia un Commento