RIVELAZIONI. Itinerari tematici, spettacoli itineranti e “Musica narrata” nelle chiese fino al 7 gennaio

Cinque itinerari tematici con 78 percorsi guidati, 25 spettacoli itineranti in programma fino al 7 gennaio e "Musica narrata" nelle chiese.

0 26

Finanziato dalla Regione Campania con POC 2014-2020 “Piano strategico per la cultura e i beni culturali 2022” – investimento 400.000 euro – e promosso dall’Assessorato al Turismo e alle Attività produttive del Comune di Napoli, il progetto “Rivelazioni”, iniziato il 7 dicembre, propone a cittadini e turisti 5 itinerari tematici con 78 percorsi guidati a cura di Gabbianella Club Events, che ha ideato e realizzato anche il progetto “Musica Narrata” nelle chiese; e 25 spettacoli itineranti a cura di SG sas. L’ampio progetto, che fino al 7 gennaio animerà il territorio, è stato presentato dal dirigente generale Cultura e Turismo della Regione Campania Rosanna Romano, dall’assessore comunale al Turismo e alle Attività produttive Teresa Armato e da Diego Giuliano, manager di Gabbianella Club Events.

«Progetti complessi e strutturati come “Rivelazioni” sono la chiara testimonianza che il dialogo tra le istituzioni c’è e funziona. I risultati sono visibili e tangibili – dichiara il dirigente generale Cultura e Turismo della Regione Campania Rosanna Romano –. “Rivelazioni” si inserisce nella pianificazione annuale realizzata con il piano strategico della Regione Campania per la cultura e il turismo, attraverso l’investimento a supporto dei comuni capoluogo. Con questo progetto, Napoli ha sposato interamente la politica regionale dei tematismi dedicati al territorio e che valorizzano le culture, i luoghi, le persone e, soprattutto, la comunità. È in questo piano strategico che rientrano i progetti Benevento Città Spettacolo, Settembre al Borgo a Caserta, Avellino Fest, il Premio Charlot a Salerno e Rivelazioni a Napoli. Quindi c’è ampia inclusione e nessun territorio resta escluso. Altri temi importanti, su cui ci siamo soffermati con gli assessori Casucci e Armato sono la destagionalizzazione e la decongestione. La destagionalizzazione si concretizza dando vita e respiro a più progetti che animino il territorio durante l’anno e diventino attrattiva turistica. Quanto alla decongestione, a 100 metri dall’affollatissima San Gregorio Armeno, c’è la via dei musei, via Duomo, con il Museo Diocesano a Largo Donnaregina, il Museo Filangieri, la Chiesa di San Severo al Pendino, il Pio Monte della Misericordia, il Monumento Nazionale dei Girolamini, il Museo del Tesoro di San Gennaro, il Museo Madre. Con l’assessore Armato stiamo condividendo percorsi alternativi, con l’indispensabile necessità di informare, comunicare a cittadini e turisti tutto quanto di straordinario esiste fuori dai luoghi più conosciuti, accompagnandoli alla scoperta di altri tesori del territorio».

 «Rivelazioni è un progetto molto affascinante che arricchisce ancora di più la grande proposta turistico-culturale del Natale a Napoli, con l’investimento dei fondi POC che sono stati messi a disposizione dall’Assessorato al Turismo della Regione Campania e dalla direzione generale Cultura e Turismo della Regione Campania – dichiara l’assessore TeresaArmato –. Natale di scoperte, musica, storia, tradizioni, sapori e profumi. Usanze popolari che sono sopravvissute ai tempi e che vengono tramandate di generazione in generazione. Rivelazioni propone più di 150 appuntamenti tra tour tematici, spettacoli, intrattenimento in strada per i turisti. È un programma che svela la più profonda identità della napoletanità, proponendo le tradizioni natalizie, dalla tombola napoletana ai dolci particolarmente caratteristici della nostra Natale. Un’occasione anche per i nostri cittadini di riscoprire e rivivere lo spirito profondo delle festività. Stiamo lavorando a un’accoglienza sempre più dedicata, offrendo al turista un soggiorno esperienziale che gli permetta di vivere appieno le nostre tradizioni. In questo periodo i visitatori incontreranno 35 tutor in strada che distribuiranno brochure informative bilingue (italiano/inglese), materiale disponibile anche negli infopoint turistici. Ci sono anche tutor su biciclette elettriche che non solo daranno informazioni su quanto sta accadendo in città ma indicheranno anche percorsi alternativi e alle attrattive cittadine per decongestionare i percorsi particolarmente affollati. Napoli continua a registrare numeri importanti: solo durante lo scorso week end sono arrivati in città 200.000 turisti, a cui vogliamo mostrare e offrire una meta turistica sempre più accogliente».

Itinerari tematici

Un fitto calendario di itinerari tematici, con più di un itinerario disponibile in una sola giornata, che svela la natura caleidoscopica di Napoli, con le sue leggende, i suoi misteri, le sue storie e le sue tradizioni; e che ha registrato sold out di cittadini e turisti per i percorsi che già si sono svolti. L’itinerario “La città dei presepi” propone i percorsi “Natale barocco a Chiaia” (21, 30 dicembre e 5 gennaio), “Natale ai Vergini” (22 e 29 dicembre), “Presepe al cubo” (22, 29 dicembre e 2 gennaio) e “Santa Caterina e il lazzaretto” (5 gennaio). L’itinerario “I sapori del Natale” propone i percorsi “Il gusto del Natale” (14 e 29 dicembre), “Voci del mercato natalizio” (17, 22 e 30 dicembre) e “‘O buver tra vita e morte” (22 dicembre e 5 gennaio). L’itinerario “Andar per fantasmi” propone i percorsi “Antri vergiliani” (21 e 27 dicembre e 7 gennaio), “Fantasmi e presenze” (29 dicembre e 2 gennaio), “Da Costantino a Dracula. Passeggiando nella storia” (15, 16, 17, 22, 23, 29, 30 dicembre e 5 gennaio). L’itinerario “Urban park” propone i percorsi “Re Ladislao e la zona di Carbonara” (19 dicembre), “Sireneide” (15, 16, 17, 22, 23, 29, 30 dicembre e 5 gennaio), “Extra Moenia” (19 e 27 dicembre; 6 gennaio). L’itinerario “Il giocoso Natale Napoletano” propone gli itinerari “Na… Madonna t’accumpagna” (15 e 23 dicembre; 6 gennaio) e “Family Tour” (20 21, 27 e 28 dicembre; 6 gennaio). Dopo ogni tour avrà luogo un piccolo evento che accompagnerà i partecipanti a vivere ancora più a fondo le tradizioni napoletane. Un viaggio tra musiche, canti, recitazioni e cabaret legati al Natale e non solo. Tutti i percorsi che compongono gli itinerari sono gratuiti e devono essere prenotati sulla piattaforma eventbrite, dove, insieme alle date, sono riportati orari e luoghi di incontro. I percorsi guidati sono inclusivi: danno spazio a LIS e persone con disabilità, a cui sono riservati posti e modalità di prenotazione dedicata per ogni percorso.

Musica narrata

La musica narrata propone un nuovo modo di raccontare l’arte e di svelare la storia e il mistero di un luogo: un copione, un narratore, attori e comparse, che con i loro racconti riescono a restituire al presente i fatti accaduti nel passato proiettandoli, attraverso la musica, verso il futuro. Dopo il successo di Sanitansamble nella Basilica di San Giovanni Maggiore e dell’Orchestra degli allievi del Conservatorio si esibirà nella Chiesa Santa Maria dell’Aiuto, Coccia & Friends poterà in scena la commedia di prosa lirica “Mamma non sapevo di essere un tenore!” nella Chiesa SS. Cosma e Damiano (domenica 17 dicembre – ore 20.00)gli allievi del liceo musicale Margherita di Savoia interpreteranno il luogo con la musica della tradizione napoletana nella chiesa di Donnalbina (lunedì 18 dicembre – ore 18.00)Scarlatti per tutti! – orchestra amatoriale composta da 25 elementi dagli 11 ai 28 anni, voluta dalla Nuova Orchestra Scarlatti – sarà in concerto nella Basilica di San Giacomo degli Spagnoli (mercoledì 20 dicembre alle ore 20.00).

Spettacoli itineranti

Gli spettacoli itineranti toccheranno tre punti della città: Via Toledo-Piazza CaritàPiazza Trieste e Trento-via ChiaiaPiazza del Gesù-DecumaniSabato 16 dicembre, dalle 18.00 alle 22.00, in Via Toledo-Piazza Carità, cittadini e turisti incroceranno “Il corpo di Natale. Canti, miti e misteri del Natale a Napoli”, mentre, in Piazza del Gesù-Decumani, ci sarà “Il Pentamerone – Speranza… il racconto della natività”, che, domenica 17 dicembre (dalle 18.00 alle 22.00), sarà in Via Toledo-Piazza Carità. Sempre domenica 17 dicembre (dalle 18.00 alle 20.00), a Piazza Trieste e Trento-via Chiaia arriva il gruppo Frasca Scettici con la Novena popolareSabato 23 dicembre, dalle 18.00 alle 22.00, in Via Toledo-Piazza Carità ci sarà “Il corpo di Napoli. Canti, miti e misteri del Natale a Napoli”; mentre a Piazza del Gesù-Decumani torna “Il Pentamerone – Speranza… il racconto della natività” che, domenica 24 dicembre, dalle 16.00 alle 18.00 sarà a Piazza Trieste e Trento- via Chiaia e, contemporaneamente, il gruppo Frasca Scettici porterà la sua Novena popolare in Piazza del Gesù-DecumaniMartedì 26 dicembre, dalle 18.00 alle 22.00, in Via Toledo-Piazza Carità c’è “Il Pentamerone – Speranza… il racconto della natività” e Piazza Trieste e Trento-via Chiaia il gruppo Frasca Scettici con la Novena popolareSabato 30 dicembre, dalle 18.00 alle 22.00, in Via Toledo-Piazza Carità ci sarà “Il corpo di Napoli. Canti, miti e misteri del Natale a Napoli” e in Piazza del Gesù-Decumani “Il Pentamerone – Speranza… il racconto della natività”, che si invertiranno domenica 31 dicembre, dalle 16.00 alle 18.00Sabato 6 gennaio, dalle 18.00 alle 22.00, in Piazza del Gesù-Decumani ci sarà “Il corpo di Napoli. Canti, miti e misteri del Natale a Napoli” mentre a Piazza Trieste e Trento-via Chiaia ci sarà il gruppo Anima Folk con Il presepe popolare, che domenica 7 gennaio, dalle 18.00 alle 22.00, sarà in Piazza del Gesù-Decumani, mentre “Il Pentamerone – Speranza… il racconto della natività” torna in Via Toledo-Piazza Carità.

Lascia un Commento

Verified by MonsterInsights