L’inquietante leggenda del palazzo Spinelli. Napoli è una città fatta anche di misteri, leggende, miti e magie.

Una costruzione che risale al '500 situata nel cuore di Napoli. Un palazzo tanto bello quanto macabro

0 759

Napoli è una città fatta anche di misteri, leggende, miti e magie. Palazzo Spinelli è un palazzo storico monumentale del ‘500 situato in via dei Tribunali al civico 362. Si ritiene che sia il palazzo più bello del decumano maggiore, ma è tanto bello quanto macabro. Come quasi tutti i palazzi di Napoli, anche palazzo Spinelli è famoso per la presenza di un fantasma. Tanti infatti sono gli avvistamenti di una figura dalle sembianze umane che si aggira nell’edificio e spesso si ferma sulla monumentale scalinata.

Leggende e storie di fantasmi a Napoli

La bellissima Napoli è un luogo dove miti e leggende si intrecciano e fanno parte della cultura partenopea. Il mito più famoso riguarda  sicuramente l’origine della città stessa. La sirena Partenope, delusa dal rifiuto di Ulisse (che resistette al suo canto melodioso) si lasciò morire schiantandosi contro gli scogli. La corrente la portò vicino l’isolotto di Megaride, dove oggi si trova Castel dell’Ovo(un altro luogo avvolto da leggende). Il corpo fu trovato da alcuni pescatori che la portarono sulla terraferma, appena approdati il corpo della sirena svanì e la forma della città prese le sue sembianze. La testa a Capodimonte e i piedi a Posillipo.

La giovane Bianca

Si narra che sia il fantasma di Bianca, una giovane damigella che nel ‘700 lavorava presso la famiglia Spinelli. La ragazza(un’orfana) fu accolta in casa dal duca. La moglie del nobile, una donna alquanto cattiva e insensibile, da subito fu presa dalla gelosia nei confronti della fanciulla (che era entrata nel cuore dell’uomo).Una gelosia in un certo modo giustificata dal fatto che il marito l’avesse tradita(a causa del suo modo di fare e di essere) in passato. La conferma dei suoi sospetti la ebbe quando l’uomo partì per la guerra. Prima di varcare la soglia infatti, guardò intensamente Bianca negli occhi. L’odio che nutriva nei suoi confronti aumentò, così decise di ucciderla in modo atroce, la fece murare viva. La ragazza, con un filo di voce e raccolte le sue ultime forze, le disse che malgrado la stesse uccidendo le si sarebbe sempre manifestata(sulla balaustra interna del palazzo) ai suoi occhi, sia che vi fosse un tragico avvenimento sia invece che ce ne fosse uno gioioso.

Foto pexels.com

Palazzo Spinelli

Napoli è una città fatta anche di misteri, leggende, miti, magie e personaggi misteriosi. Palazzo Spinelli è un palazzo storico monumentale del ‘500 situato in via dei Tribunali al civico 362. Si ritiene che sia il palazzo più bello del decumano maggiore, ma è tanto bello quanto macabro. Come quasi tutti i palazzi di Napoli, anche palazzo Spinelli è famoso per la presenza di un fantasma. Tanti infatti sono gli avvistamenti di una figura dalle sembianze umane che si aggira nell’edificio e spesso si ferma sulla monumentale scalinata. La costruzione è una perla architettonica con un cortile non comune dalla forma ellittica.

La scalinata

Lo storico Palazzo Spinelli è famoso per la presenza di un fantasma. Tanti infatti sono gli avvistamenti di una figura dalle sembianze umane che si aggira nell’edificio e spesso si ferma sulla monumentale scalinata che risale a metà del XVIII secolo, periodo in cui Troiano Spinelli decise di rifare per intero il palazzo. Lui stesso elaborò i progetti della struttura e delle decorazioni. Si narra che fu il Sanfelice l’artefice della scala in questione, ma studi recenti hanno dimostrato che probabilmente ne fu solo l’ispiratore. La scalinata a doppia rampa, (quella dove avvengono gli avvistamenti) è situata nel secondo androne, decorato con scritte e statue che ricordano le donne della dinastia.

Location per film

Lo storico Palazzo Spinelli, famoso per la presenza di un fantasma ma anche per la sua bellezza,  è divenuto anche una location per diversi film ambientati a Napoli. Vi sono stati girati tre film legati al grande e indimenticabile Marcello MastroianniMaccherroni, in cui il palazzo è l’abitazione del protagonista; Giallo Napoletano e La Pelle in cui lo stesso Mastroianni assiste a due eventi misteriosi.

Lascia un Commento