Il Molo di San Vincenzo: Una perla sul mare di Napoli

Una passeggiata tra storia e bellezze panoramiche nel golfo partenopeo

0 149

Napoli, una città ricca di storia e bellezze artistiche, nasconde un tesoro lungo la sua coste: il Molo San Vincenzo. Questo antico e affascinante molo, situato nel cuore del golfo partenopeo, rappresenta un luogo simbolo tornato ad essere fruibile dopo anni di inaccessibilità. Da agosto 2022 l’apertura al pubblico ha l’obiettivo di far rivivere un’area che per tanto tempo è stata uno dei punti nevralgici della capitale borbonica. Grazie a visite guidate e percorsi appositamente studiati, i visitatori hanno l’opportunità di ripercorrere la storia di questo luogo iconico e di esplorare le sue meraviglie paesaggistiche.

Una passeggiata nel golfo

Napoli è una città ricca di storia e bellezze senza tempo, famosa per le sue strade vivaci, la sua cultura affascinante e il suo legame con il mare. Uno dei luoghi che incarna questo forte legame è appunto il Molo di San Vincenzo, uno dei tanti tesori della città partenopea. Questa particolare escursione( lunga due kilometri e mezzo) storica, turistica, culturale e paesaggistica condurrà i visitatori attraverso le antiche vestigia dei Borbone. È anche una tappa obbligatoria per gli amanti della fotografia. Grazie alla sua posizione panoramica e alle meravigliose vedute che offre, i colori, i riflessi sull’acqua e il susseguirsi delle imbarcazioni creano un’atmosfera unica e suggestiva, ideale per catturare momenti indimenticabili.

La sua storia

Il Molo di San Vincenzo ha una lunga storia che risale al XIII secolo. Nel corso degli anni è stato oggetto di diverse ristrutturazioni e ampliamenti, fino a raggiungere l’aspetto attuale. La sua origine è datata 1268, quando Carlo I d’Angiò fece costruire una torre militare su un isolotto per difendersi dalle incursioni straniere. Sull’isolotto sorgeva anche una chiesetta del monastero di San Vincenzo. Intorno al 1600, il Viceré Conte di Olivares affidò all’architetto Domenico Fontana l’incarico di ampliare il porticciolo, ma i lavori furono interrotti. Successivamente, fu possibile riavviare il progetto e collegare l’isolotto alla terraferma. La storia del Molo San Vincenzo è anche legata all’emigrazione partenopea verso l’America, diventando l’ultima sponda familiare per gli emigranti.

Il legame coi Borbone

Come detto, nel corso dei secoli, il molo è stato ampliato e collegato alla terraferma, diventando una postazione fortificata di grande importanza per il Regno delle Due Sicilie. Nel 1836, Ferdinando II di Borbone potenziò la postazione del forte, che divenne la sede della Real Marina del Regno delle Due Sicilie e un importante centro per la produzione di armi e munizioni. Si svilupparono un bacino di carenaggio e un sistema di approvvigionamento di armi e munizioni per le navi, nonché un impianto di fornitura di acqua di eccellente qualità. Sulla darsena si trovano ancora resti di cannoni corrosi dalla ruggine, utilizzati come colonnine per l’ormeggio di navi e barche sequestrate. Lungo il percorso si possono ammirare gli archi utilizzati dal personale per la fabbricazione delle armi e per la costruzione e riparazione delle navi da guerra.

Il molo oggi

La riapertura è stata possibile grazie alla sinergia tra Comune e Ministero della Marina Militare. Durante questa particolare escursione(grazie a guide esperte) lunga due kilometri e mezzo, i visitatori potranno ammirare l’antica opera marittima e il faro che sostituisce la lanterna originale, fatta costruire da re Ferrante d’Aragona nel Quattrocento. Accanto al faro si trova la statua di San Gennaro, che benedice la città e i naviganti. Inoltre è possibile osservare resti di cannoni usati come attracco per navi e barche sequestrate. Sulla sinistra si possono ammirare i magnifici archi di cui abbiamo parlato sopra. Alla destra del percorso, in direzione del molo Beverello, si stanno effettuando lavori per la nuova stazione marittima, sospesi temporaneamente a causa del ritrovamento di reperti archeologici. Da questa posizione, si può godere di una spettacolare vista del Vesuvio e del panorama della città.

Lascia un Commento

Verified by MonsterInsights