Il Duomo di Amalfi: un tesoro di storia e bellezza tutto da scoprire

Un viaggio nel cuore della bellezza e della spiritualità ad Amalfi.

0 129

Il duomo di Amalfi, noto anche col nome di cattedrale di Sant’Andrea, è il principale luogo di culto cattolico di Amalfi. Visitato ogni anno da migliaia di turisti, lascia i visitatori letteralmente incantati per la sua imponenza.

La città di Amalfi nel corso dei secoli ha cambiato continuamente aspetto, così come la città, anche il suo duomo fu sottoposto a pesanti rimaneggiamenti che hanno permesso di dare vita a un luogo unico.

Duomo di Amalfi: una storia millenaria

Il duomo è dedicato a S. Andrea Apostolo e dal 987 è cattedrale Arcivescovile. La cattedrale comprende l’annessa Basilica del Crocifisso anch’essa risalente al secolo IX. Inoltre vi si possono trovare la Cripta di Sant’Andrea e il famoso Chiostro del Paradiso. All’interno della Cripta è custodito il corpo di S. Andrea, il primo discepolo di Gesù e Santo protettore di Amalfi.  La posizione in cui è sorto il duomo di Amalfi è strategica non solo perché è centrale rispetto al resto della città, consentendo uno sviluppo urbano ordinato, ma anche perchè ha protetto la stessa dagli attacchi dei nemici.

La storia del duomo di Amalfi è  fatta quindi di una serie di trasformazioni e opere di ristrutturazione voluti dagli arcivescovi che l’hanno reso l’imponente edificio di oggi. 

Foto Wikimedia Commons

Gli interni del duomo di Amalfi

L’ interno del duomo, con il soffitto a cassettoni, è contraddistinto da una navata centrale. Nella navata sinistra vi è la Croce di Madreperla, mentre nella navata destra troviamo il Busto Reliquario di S. Andrea, e sulla porta, una grande tela raffigurante S. Andrea e S. Matteo. Nella sagrestia è custodita invece una statua processionale settecentesca del santo che viene gergalmente chiamato lo “stipo”.  l design interni del duomo di Amalfi, raccontano quindi secoli di storia artistica e religiosa, offrendo ai visitatori una visione affascinante e coinvolgente del patrimonio culturale della città.

Foto Wikimedia Commons

Quando visitarlo?

Il duomo di Amalfi è aperto tutti i giorni, durante le funzioni è concessa l’entrata gratuita. Per accedere al Museo e al Chiostro del Paradiso è invece previsto un biglietto di ingresso di 3 euro.

Da marzo a giugno il duomo di Amalfi è aperto dalle 9:00 alle 18:45, mentre da luglio a settembre dalle 9:00 alle 19:45.

Durante il periodo invernale da novembre a febbraio, il duomo di Amalfi apre al mattino dalle 10:00 alle 13:00. Il pomeriggio invece dalle 14:30 alle 16:30. 

 

 

 

Lascia un Commento

Verified by MonsterInsights