Grande Campania

Il borgo di Albori: la bellezza di Vietri oltre il mare

A Vietri sul Mare, a quasi 300 metri dalla costa, sorge Albori, un piccolo borgo che sorge a metà strada tra mare e monti, circondato dal bosco. Albori Si è classificato al quarto posto nella gara “il borgo dei borghi” e spera di ripartire al più presto con il turismo

0 263

La Costiera Amalfitana è un luogo dove si annidano molteplici bellezze. Lungo la fascia costiera si estendono comuni piccoli ma dalla bellezza sconfinata. Ciò che li accomuna è sicuramente la vicinanza al mare e lo straordinario panorama che la natura offre. Tra questi comuni spunta Vietri sul Mare, provincia di Salerno, nota località marittima, ambita meta di turisti campani, ma anche italiani e stranieri. Vietri è nota per il mare, le spiagge e le ceramiche. Ma non finisce qui. Una delle perle più belle di Vietri è Albori, un piccolo borgo montano, tra i più belli d’Italia

Albori: il panorama di un borgo bellissimo

Albori è di fatto una frazione del Comune di Vietri sul Mare. È il più piccolo centro abitato del comune, posto a 260 metri sul livello del mare ed è abitato da poco più di 250 persone. Il borgo è letteralmente incastonato nella pietra: l’abitato sorge infatti all’interno di un’insenatura, che fornisce al paesino un posto in prima fila sul panorama costiero. Proprio la posizione di Albori rappresenta una delle principali attrattive turistiche. Camminando per le stradine del borgo, praticamente ovunque è possibile individuare scorci suggestivi che aspettano solo di essere fotografati.

Il mito che sovrasta la storia

Le sorti di Albori sono direttamente collegati a quelle di Vietri sul Mare. Se è vero che il mito sovrasta la storia, è ancor più vero qui, dato sono addirittura due i miti che si raccontano in merito alla fondazione. Secondo il primo mito, Giasone, figura mitologica a capo degli Argonauti che veleggiavano in cerca del vello d’oro, fu sbalzato sulla Costiera dal vento scatenato dall’ira del dio Eolo. Qui Giasone fondò Marcina, una località che corrisponde a Marina di Vietri. L’altra leggenda invece narra che due pastori del luogo salvarono una fanciulla dal mare e Poseidone pose i due giganteschi scogli che si stagliano sul mare dinanzi a Vietri. La storia invece ci dice che Albori aveva una posizione ottimale per scorgere le orde dei pirati, ma anche per sfuggire alle alluvioni che interessavano la Costiera.

Le attrazioni del luogo

La prima cosa da fare una volta giunti ad Albori è addentrarsi nelle stradine: uno stretto dedalo di vicoli caratterizzati da abitazioni in pietra e calce più che contigue  con porte e scale molto strette. Vi è poi la chiesa di Santa Margherita di Antiochia, che sorge su una piazzetta con vista panoramica sul mare. Degno di nota è anche il piccolo museo della ceramica di Vietri che sorge nella torretta di villa Guariglia. Ma non è finita qui. il borgo di Albori è posto esattamente tra mare e il monte, Monte Falerio per la precisione. Con una comoda scala è possibile raggiungere il mare, ma anche risalire verso il monte ed immergersi nella flora locale. Albori infatti è letteralmente circondato da un fitto bosco e da tantissima vegetazione spontanea. Tra questi spuntano i castagni e poi i limoni, fiore all’occhiello della zona.

Albori al “borgo dei borghi” 2021

Un borgo così bello, inserito in una cornice altrettanto bella, non poteva non essere in gara per il “borgo dei borghi”.  Attualmente Albori è un centro abitato che fa parte a pieno titolo dell’associazione “I borghi più belli d’Italia”. Quest’anno c’erano tutte le carte in regola per la vittoria di questo piccolo borgo. La grande sfida “il borgo dei borghi” da qualche anno è trasmessa dalla Rai, in una trasmissione vista da una grande quantità di persone. Per questo motivo il premio di borgo più bello d’Italia è molto ambito dalle comunità che si candidano. L’edizione 2021 è stata vinta da Tropea, in Calabria, ma Albori si è difesa molto bene, classificandosi al quarto posto, aiutata dal voto online di tanti campani, ma non solo.

Albori e il turismo

Forse Albori e la sua piccola comunità puntavano molto sulla vittoria al “borgo dei borghi”, non solo per il prestigio del premio, ma anche e soprattutto per la visibilità che tale premio comporta in ottica di turismo. In un periodo così particolare, provato dall’emergenza sanitaria a causa del Covid, le realtà come quelle della Costiera Amalfitana, rette per gran parte dal settore turistico, sono state letteralmente piegate dalla crisi economica. Puntare allo sviluppo di Albori poteva essere uno spunto per attrarre nuovi turisti in zona. Albori ad ogni modo è un borgo che si erge orgoglioso sul mare; passare per la Costiera senza fermarsi qui, sarebbe un vero peccato.

 

 

Lascia un Commento