I Bagni della Regina Giovanna: una meraviglia naturale a Sorrento

Si tratta di una gemma incastonata tra le scogliere della penisola

0 91

Nascosta tra le maestose scogliere e la lussureggiante vegetazione della costa sorrentina, si trova la splendida Spiaggia Regina Giovanna. Questo paradiso naturale, il cui nome evoca un’aura di leggenda, è una meta imperdibile per coloro che desiderano fuggire dal trambusto della vita quotidiana e immergersi nella bellezza incontaminata della natura. Situata a breve distanza da Sorrento, la Spiaggia Regina Giovanna offre un’esperienza di puro incanto. Le sue acque cristalline e i paesaggi mozzafiato creano un’atmosfera magica che affascina visitatori e turisti di ogni parte del mondo

Il motivo del suo nome

Il nome stesso della spiaggia si rifà alla leggenda che la regina Giovanna di Napoli amava trascorrere del tempo in questo luogo incantevole. Si narra che la regina si “divertisse” con i suoi amanti nelle acque della piscina naturale. Il luogo era frequentata oltre 2000 anni fa dagli antichi romani e i resti di un’antica villa romana(di Pollio Felice, un patrizio romano del I secolo a.C ) che sorgono sul promontorio lo dimostrano. La vasta struttura si estendeva per circa due ettari ed era costituita da stanze dalle volte stuccate e pavimentazioni mosaicate dalla diversa funzionalità. La piccola spiaggia si trova a breve distanza dal centro di Sorrento, lungo la panoramica strada costiera che conduce al Capo di Sorrento.

L’accesso alla spiaggia

L’accesso alla spiaggia avviene attraverso un sentiero suggestivo, che scende dolcemente tra le rocce. La prima parte del percorso è facile, arrivati ad un certo punto però si fa impervio. Mentre si cammina, i profumi della vegetazione mediterranea accompagnano i visitatori in un’esperienza multisensoriale che li avvolge completamente. Il panorama che si apre davanti agli occhi dei visitatori è una ricompensa straordinaria per lo sforzo compiuto. Una volta raggiunta la spiaggia, ci si ritrova in un’oasi di tranquillità e bellezza invogliando i visitatori a rilassarsi e godersi il sole. Le acque cristalline e rinfrescanti offrono un rifugio perfetto per un tuffo rigenerante dopo una giornata trascorsa sotto il caldo sole estivo.

La sua magia

La Spiaggia Regina Giovanna è un luogo ideale anche per gli amanti dello snorkeling, che potranno esplorare le ricchezze del mare circostante. La magia di questa spiaggia risiede nella sua intimità. La baia è relativamente piccola e protetta, offrendo un’esperienza più esclusiva e tranquilla rispetto ad altre spiagge affollate della regione. I visitatori possono godersi momenti di pace e relax, lontani dal trambusto della vita moderna. Rappresenta veramente un gioiello incastonato tra le scogliere di Sorrento. La sua bellezza senza tempo e il fascino irresistibile creano un’esperienza indimenticabile per chiunque la visiti. Sia che si tratti di una fuga romantica, di una vacanza in famiglia o di una semplice ricerca di pace e serenità, questa spiaggia offre tutto ciò che si potrebbe desiderare. Sorrento e la sua Spiaggia Regina Giovanna rimarranno per sempre nel cuore di coloro che le visitano, lasciando un ricordo indelebile della loro bellezza straordinaria.

Alcuni consigli utili

L’ingresso è gratuito, ma contingentato durante tutto l’anno. Il periodo ideale per fare un bagno nelle piscine naturali è sicuramente giugno e luglio. Ad agosto diventa molto affollato. Indipendentemente dal periodo, durante l’estate si trova molta gente. Come detto i Bagni della Regina Giovanna sono un sito archeologico, quindi non ci sono strutture organizzate né stabilimenti balneari. È consigliabile indossare delle scarpette da scogli in quanto non c’è sabbia né una vera e propria spiaggia. Particolare attenzione anche alla corrente che si crea all’ingresso dalla parte del mare nella “piscina naturale”. Infatti, l’apertura conduce direttamente al mare aperto, quindi le correnti e il passaggio delle barche possono causare movimenti d’acqua imprevisti. L’interno delle piscine, invece, è molto tranquillo. Per poter godere appieno della tranquillità del luogo, per esperienza personale, è preferibile recarsi lì al mattino presto o al tramonto.

Lascia un Commento

Verified by MonsterInsights