Grande Campania

I friarielli esistono solo in Campania?

0 104

I friarielli sono una verdura simile ai broccoli, ma tipicamente campana, in quanto varietà non esistente in altre regioni italiane.

Il prodotto proviene sicuramente dalle campagne nostrane: un tempo, anzi, era coltivato sulla collina del Vomero, talvolta indicata proprio come la “collina dei broccoli”; ancora oggi, si semina nei comuni di Acerra, Aversa, Afragola, Caivano, Casoria e Cardito. È un vegetale ricco di sali minerali, ferro, fosforo, calcio, potassio e magnesio, apporta poche calorie e molte fibre e viene consigliato, infatti, a chi soffre di anemia e colesterolo o alle donne incinte.

La storia

I friarielli erano già presenti alla fine del ‘600 sui carretti degli ambulanti; secondo il Comitato degli Abitanti di Materdei, infatti, nella famosa“Historia della vulgata” del 1694, viene raccontata una storia incentrata proprio su questa prelibatezza campana: durante i festeggiamenti del boss del quartiere, la celebre Donna Immacolata, intenta a preparare le sue famose pizze fritte nella sugna, si rese conto di aver finito il pomodoro e, per rimediare all’imminente arrivo degli invitati, immerse i friarielli nella sugna. Questi sprigionarono un profumo strepitoso, che riempì il vicolo: fu proprio così, da quel momento, che i friarielli iniziarono ad essere preparati in questo modo. Ovviamente, all’epoca era un alimento povero e facilmente reperibile, per cui molto utilizzato dal popolo.

Etimologia

Per quanto riguarda il nome, ci sono diverse scuole di pensiero. Per alcuni la parola è derivata dal castigliano frio grelos, che indica una varietà di broccoletti invernali. Per altri, invece, deriva dal napoletano frjere, ossia “friggere”, visto che la ricetta originale prevedeva che i friarielli fossero, appunto, fritti in padella, in abbondante olio extravergine (o sugna), aglio e peperoncino.

Oggi i friarielli vengono preparati anche al vapore, in modo che conservino tutte le loro proprietà nutritive, ma fritti in padella, ad accompagnare una bella salsiccia, sono decisamente un’altra cosa!

Lascia un Commento